Sono disponibile a provare i prodotti che le aziende desiderano promuovere e a recensirli successivamente sul mio blog.Contattatemi pure se siete interessati.



sabato 28 settembre 2013

Tree Life, il nuovo energy drink



Chi fa attività fisica costante sa che l'apporto di energia al proprio organismo è fondamentale, con una corretta l'alimentazione si assumono tutti gli elementi necessari affinchè il nostro perfetto equilibrio non venga alterato dannosamente in seguito ad eventi come possono essere intense attività muscolari.
In alcune situazioni però può risultare utile una assunzione di sostanze che diano un contributo immediato per rispondere al meglio a sforzi intensi quali possono essere allenamenti o gare, sia amatoriali che agonistiche e che permettano anche un ripristino veloce delle condizioni fisiche e mentali.
Non parliamo ovviamente di doping, una pratica abominevole, rivolta ad alterare drammaticamente le proprie condizioni fisiche e l'esito  della competizione che viene affrontata ma parliamo dell'assunzione di sostanze naturali, che si integrino con facilità nel nostro organismo.
La scelta di cosa utilizzare non è facile, maltodestrine, soluzioni varie, proteine, bisogna districarsi in un ginepraio di informazioni e nozioni, facendo anche riferimento alle proprie esigenze fisiche, al proprio indice di massa corporea, ai propri gusti e diversi altri parametri.
Ho avuto modo di scoprire recentemente un energy drink che contiene un mix di elementi importanti prodotta dalla Tree Life, una giovanissima azienda che si è posta l'obiettivo di produrre artigianalmente bevande per gli sportivi e per coloro che svolgono intense attività fisiche.
L'energy drink in questione è al gusto di Aloe Vera e Taurina.

 

L'Aloe Vera è una pianta coltivata e lavorata in Venezuela, è importante perchè favorisce un buon funzionamento del sistema immunitario grazie all'azione immunomodulante dei polisaccaridi in essa contenuti.
La Taurina è un aminoacido essenziale non proteico, ha funzioni antiossidanti, anticataboliche, migliora il metabolismo proteico nelle cellule muscolari e sembra migliorare il trasporto di glucosio all'interno delle cellule.
Nella soluzione troviamo altri componenti quali la Stevia, la vitamina C e le maltodestrine.
La Stevia è un dolcificante naturale che si usa in alternativa allo zucchero in quanto è privo di calorie e non innalza la glicemia, ideale per i sofferenti di diabete o per coloro che devono perdere peso.
La vitamina C la conosciamo piuttosto bene, è un antiossidante, partecipa alla sintesi del collagene e dell'elastina, componenti fondamentali del tessuto connettivo.
Infine le maltodestrine sono carboidtrati che vengono assimilati velocemente dalle cellule per dare energia immediata e subito utilizzabile per l'attività fisica.
Si evince che utilizzando questa bevanda si migliora la risposta dell'organismo, si riduce il danno muscolare grazie agli antiossidanti, permettendo una maggior resistenza allo sforzo e un ripristino più veloce nel riposo.

Ora vi mostro i prodotti che l'azienda mi ha gentilmente inviato.


Il gusto è particolare, piuttosto forte, con forte connotazione dolciastra, in bocca dà un effetto quasi effervescente.Devo dire che a me piace, ma alcune persone potrebbero paragonarlo al sapore di uno sciroppo medicinale.
Un consiglio può essere quello di diluirlo con acqua, stabilendo una opportuna proporzione.
Le bottiglie sono da 500 ml e sono richiudibili per un facile riutilizzo.
Credo proprio che mi tornerà utile per una gara podistica che disputerò ad ottobre.

Per richiedere informazioni visitate questa pagina.

Non mi resta che consigliare a voi sportivi  questo nuovo energy drink prodotto dalla Tree Life.

Contatti

Tree Life
Info Line: 338.795.20.74 



venerdì 27 settembre 2013

Ristorante Emporio Mille900, Torino

Torino è una città che oltre ad offrire un vasto patrimonio culturale tutto da scoprire, offre una ricca varietà di specialità gastronomiche, apprezzabili nei numerosissimi ristoranti che si possono incontrare passeggiando nelle bellissime vie del centro.
Uno di questi ristoranti che ho avuto modo recentemente di scoprire grazie al sito Mytable è l'Emporio Mille900, situato non distante da piazza Castello, l'elegantissimo epicentro del capoluogo subalpino.
Essendomi recato in questo ristorante in periodo estivo, ho avuto la possibilità di accomodarmi nel dehor, situato nell'elegante giardino pubblico antistante,  immerso tra gli alberi secolari e vicino alla fontana gorgogliante.
Il menù era fisso e prevedeva come antipasto un flan di verdure, come primo le tagliatelle agli spinaci con sugo di coniglio, come secondo il maiale con sesamo e senape con patate al forno come contorno e infine come dessert la bavarese al pistacchio.
Un menù decisamente interessante, tutto da scoprire.
L'atmosfera sotto questi alberi era particolare, un modo di avvicinarsi alla natura, anche se l'illuminazione era un pò carente, affidata ai lumini presenti ad ogni tavolo ed il nostro lumino dopo un pò ha deciso di abbandonarci, proiettandoci in un leggero crepuscolo dai contorni pseudoromantici.
Ci è stato portato da bere acqua naturale e un calice di vino rosso, un buon barbera, il mio vino preferito.
I tempi di servizio purtroppo si sono rivelati un pò lunghi, perchè i due camerieri erano costretti a fare continuamente la spola tra il ristorante ed il giardino ed inoltre dopo un pò tutto il dehor si è riempito di clienti bramosi di buon cibo.
Dopo un pò di attesa arriva finalmente l'antipasto, il flan di verdure, ben impiattato ed invitante.

Particolare cura nella presentazione di questo piatto, abbellito con erbe aromatiche.
Delizioso questo flan, servito piuttosto caldo, col formaggio ancora fuso su cui sembrava galleggiare il flan, come se fosse una piccola isoletta.
Il primo è arrivato dopo un altro pò di attesa, ed è stato un altro piacevole riscontro.

Ben cucinate queste tagliatelle agli spinaci, con un gustosissimo sugo di coniglio, un piatto dai colori vivaci e dai ricchi sapori.
Il secondo è stato il piatto che di più ho gradito, io adoro la senape ed abbinata al sesamo sopra una carne tenera e ben cotta ha costituito un abbinamento assolutamente strepitoso, sembrava quasi sciogliersi in bocca la carne.
Le patate erano ben cotte e sono state un ottimo corollario della carne.


Infine a conclusione di un pasto denso di piacere e sapori, è arrivata la bavarese al pistacchio, curiosissimo di provarla visto che il pistacchio è un frutto secco che ho sempre apprezzato molto.

Ho apprezzato la cura con cui è stato preparato questo piatto e ancor di più la bontà di un dolce che ha chiuso con eleganza l'esperienza in questo ristorante.
Il costo della cena  è stato di poco superiore ai 20 euro a persona grazie al sito MyTable, non ho consultato il menù per guardare i prezzi ma presumo che la spesa in una normale visita possa essere decisamente onerosa ma non per questo da non affrontare.
Visto il successo di questa esperienza, penso che potrei anche rifare visita in questo ristorante, magari in concomitanza con una gradevole passeggiata per le bellissime vie del centro di Torino.
Non posso che consigliarvi di fare un salto all'Emporio Mille900.

Contatti

Emporio Mille900
Via dei Mille 20b 10123 Torino
0118136418

giovedì 26 settembre 2013

Diventa Alfa Tester Mister Magic

clicca e prova gratis i nostri prodotti! 

Vuoi ricevere  gratuitamente i prodotti Mister Magic e diventare loro Alfa Tester?
Sino al 10 Ottobre si può aderire all'iniziativa gratuitamente, ricevere i prodotti da recensire e diventare a tutti gli effetti Alfa Tester Mister Magic.
Sono disponibili 100 kit per i/le blogger più meritevoli e fortunati.
Accorrete numerosi.
Per partecipare clicca il link sottostante e segui il regolamento.



martedì 24 settembre 2013

Morgan Pharma, prendersi cura di sè stessi nel modo giusto





Morgan Pharma nasce inizialmente come distributrice di prodotti Eubos nel 1993, diventando nel tempo produttrice di suoi prodotti in ambito dermocosmetico, dietetico e farmaceutico, ponendo le basi di una collaborazione costante con il medico specialista, per sviluppare e concordare sempre migliori soluzioni.
Il successo  è ottenuto anche grazie al fatto che l'azienda dispone di laboratori all'avanguardia, che utilizzano sostanze naturali, scegliendo accuratamente i principi attivi, glieccipienti come i tensioattivi, gli emulsionanti ipoallergenici e cercando di evitare o limitare il più possibile l'uso dei conservanti.
Ulteriore passo in avanti è stato fatto con la creazione della pagina dei consigli, con un esperto che risponde alle domande di coloro che hanno problematiche di vario tipo, risolvibili con i prodotti Morgan Pharma.

 

I  tantissimi prodotti disponibili vengono raggruppati secondo il trattamento, il tipo di pelle e il tipo di linea.
Per le mamme c'è un'importante serie di prodotti per i  neonati e bambini ideali per nutrire la pelle normale, delicata e mista.

 

Un prodotto importante per il bambino può essere Eubos Detergente Liquido, deterge in maniera delicata senza aggredire la pelle e ne rispetta la sua fisiologia, e grazie alla presenza di estratti vegetali è più che sufficiente per lavare e nutrire delicatamente la pelle e i capelli del bambino.

Trattamento
 Tipo di pelle


Linea

Ora vi mostro i prodotti  che ho ricevuto dall'azienda,



I prodotti Eubos Urea, una molecola fisiologica che ha la proprietà di trattenere l'umidità, vengono utilizzati per il trattamento naturale della pelle secca o desquamata.
L'urea trova una vasta applicazione in dermatologia e cosmesi perchè facilità l'esfoliazione della pelle, permettendo al sottostante strato di pelle più idratato, morbido e liscio di manifestarsi, meccanismo che determina un apprezzabile effetto estetico.

Questi prodotti sono davvero ottimi, specie il Sensitive Shampoo e il Sensitive Olio Doccia, che ho avuto modo di apprezzare per i loro effetti piacevoli dopo l'utilizzo  e per me non è facile trovare lo shampoo adatto visto che tengo i capelli molto corti e gli shampoo normali mi seccano il cuoio capelluto.


Sensitive  Crema Mani ha un piacevole effetto sulle mani, lascia la pelle liscia e lucida ed inoltre dà una piacevole profumazione di erba di limone.

I prodotti sono davvero tanti, per rispondere alle diverse esigenze dei consumatori, provate a consultare il sito per verificare se trovate quelli idonei per la vostra bellezza o salute.
Sul sito trovate l'elenco dei punti vendita ordinati per regione.
Una giovane azienda italiana  che ha già raggiunto degli ottimi risultati, diamole fiducia.

Contatti

MORGAN SRL

Via Divisione Folgore 46
36100 VICENZA (VI) ITALY
Tel: +39 0444 927636
Fax: +39 0444 922532

http://www.morganpharma.it

Pagina Facebook
Twitter
Skype

venerdì 20 settembre 2013

Le Erbe di Brillor, puliamo casa rispettando l'ambiente





Pulire casa senza inquinare l'ambiente?
E' una situazione doverosa a cui tutti noi dobbiamo avvicinarci il più possibile, perchè la nostra Terra ha superato da tempo i limiti di sicurezza e molte aziende hanno colto la problematica seriamente sviluppando nuovi prodotti in grado di avere un impatto minimo o nullo sull'ambiente.
E' il caso di una azienda piemontese, Le erbe di Brillor,  che grazie ad anni di studi e ricerche ha sviluppato gli agridetergenti, ovvero detersivi fatti con le piante, con estratti vegetali, tinture madri ed oli essenziali di erbe derivanti da crescita spontanea e da agricoltura biologica della loro cascina situata sul lago di Alice Superiore, in provincia di Torino.
Il processo di produzione è manuale ed artigianale, a basso impatto energetico visto che non vengono usate fonti di calore.
Gli scarti della produzione vengono trasformati in compost per la coltivazione in cascina.
Le confezioni utilizzate sono sono costituite da materiali facilmente riciclabili e plastiche neutre, di peso ridotto, con la possibilità di acquistare anche il prodotto sfuso grazie a speciali bag.
Altro punto importante dell'azienda è la scelta dei fornitori  a Km0, cercando di privilegiare le realtà locali.

DSCN2156

Il luogo dove vengono  coltivate le varie piante utilizzate per preparare i prodotti è la Cascina Meira, attualmente in ristrutturazione, dove verrà creato il  nuovo laboratorio per la trasformazione delle piante in detersivi.La cascina ed il suo territorio è visitabile, un'esperienza che permetterà di capire come si può realizzare con successo un progetto divenuto realtà consolidata.

 05_la_cascina

Ora andiamo a vedere nello specifico cosa produce Le erbe di Brillor.



prodotti

 Vi mostro i prodotti nelle confezioni da un litro, con i relativi erogatori da montare.


 Le confezioni con gli erogatori che ne permettono un più facile utilizzo


E' un prodotto validissimo, l'ho provato sullo sporco dovuto a ditate sulla lampada, sul televisore, sul monitor, sul piano cottura, e ha svolto egregiamente il suo dovere.
Il profumo di alloro e aceto è piacevole, è piuttosto persistente dopo l'operazione di pulizia.
La forza sgrassante ed igienizzante è dovuta all'azione di alloro, ortica, limone, rosmarino e timo in sinergia con curcuma e aceto, ed è efficace contro le macchie di grasso ed incrostazioni più persistenti.

Efficacissimo sul piano cottura, dona una sensazione di pulito gradevole, grazie al suo profumo naturale.


Ho provato questo prodotto per la pulizia di piatti e stoviglie e sono rimasto soddisfatto, l'odore di limone e aceto è gradevole, l'azione sgrassante l'ho trovata efficace, con una buona produzione di schiuma.
Non è necessaria una quantità eccessiva di prodotto per una bacinella d'acqua, all'incirca un misurino da 25 ml per 5 litri di acqua tiepida.


La bacinella non è rimasta unta, quindi il prodotto ha svolto perfettamente la sua azione sgrassante.


Prodotto efficace per la pulizia dei capi sia sintetici che naturali, nonchè delicati.
Per le macchie di grasso organico si può spruzzare prima del lavaggio un pò di Brillor Sgrassatutto.
Non occorre l'ammorbidente.
La profumazione alla lavanda e sambuco è ottima e concede un'ulteriore senso di pulito.


Altro prodotto efficace per la pulizia di tutti i tipi di pavimento:cotto, ceramica, marmo, linoleum, legno, gommati e plastificati.
Oltre a pulire, sgrassa efficaciemente e profuma a fondo, grazie al contenuto di menta e pino.


E' un prodotto universale, adatto alla pulizia di ceramica, vetro, metallo, legno, porcellana, cristallo e plastica.
L'effetto risultante è di protezione, lucentezza e freschezza, quest'ultima assicurata dalla profumazione di fresco floreale agrumato.
E' utilizzabile con un panno o con carta monouso.


Agridetergente adatto per macchine industriali a ciclo breve e per lavastoviglie domestiche.
Brillor lavastoviglie sgrassa e deodora in profondità. Le saponine della fitolacca, in sinergia con la forza sgrassante di alloro, ortica, limone e rosmarino, agiscono in modo forte e deciso su ogni tipo di grasso e odore. La presenza dell’aceto garantisce la brillantezza su posate e cristalli, senza necessità di brillantante.
Buona la profumazione di arancio e fruttato agrodolce, che contribuisce notevolmente a creare la sensazione di pulito.

Tutti i sei prodotti Brillor possiedono il certificato VEGAN OK e sono profumati, colorati e conservati con estratti vegetali.

Sono proprio soddisfatto di aver trovato dei prodotti naturali per pulire la mia casa, è più gratificante farlo sapendo che non si sta inquinando l'acqua, la terra e l'aria, è un piccolo contributo che tutti noi si deve fare, a costo di spendere qualcosina in più.
Non posso che consigliarne l'uso.



Contatti

SOCIETA' AGRICOLA LE ERBE DI BRILLOR S.r.l.
Sede legale: Strada Provinciale per Lessolo 31, 10010 Alice Superiore (TO)
Unità Locale: Via Roma 59, 10010 Lessolo (TO)

giovedì 19 settembre 2013

Ristorante Rua dei Notari, Ascoli Piceno


Nel corso della mia ultima vacanza nelle Marche ho visitato Ascoli Piceno, scoprendo una città molto bella, tutta da vivere, con piazze e monumenti stupendi, che raccontano una passato di sfarzo e floridità, intriso però di continue lotte, annessioni, conquiste e saccheggi.


Piazza del Popolo con Palazzo Capitani sulla sinistra

Cattedrale di Sant'Emidio



Vista notturna di Palazzo Capitani con lo storico Caffè Meletti

Una bella passeggiata nei vicoli stretti , chiamati rue, che danno l'idea di una città medioevale, che sfociano in alcune bellissime piazze, tra cui spiccano  Piazza del Popolo, il ritrovo per eccellenza degli ascolani, e piazza Arringo.
Ammetto di esser rimasto colpito dalla bellezza di questa città, non la conoscevo, una visita che mi ha conquistato il cuore e la mente.

Dal punto di vista gastronomico, conoscevo le famosissime olive ascolane, ma non essendo mai stato ad Ascoli Piceno, non avevo ancora avuto il privilegio di mangiarle in loco, originali.
Quindi la visita è stata organizzata per concludersi con una cena, per poterci abbandonare alle specialità locali, entrando ancor di più nello spirito della città.
La scelta del ristorante è stata effettuata al momento, visitando il sito Tripadvisor, che indicava alcuni locali molto interessanti, dalle recensioni piuttosto numerose e rassicuranti.
Alla fine, complice anche la chiusura del ristorante che avevamo scelto per primo, siamo finiti alla Rua dei Notari, situato proprio dietro a Piazza del Popolo, quindi raggiungibile velocemente a piedi.
Il locale si trova all'interno di un elegante palazzo in cui c'è anche un albergo.
L'ingresso è subito sulla sinistra,appena entrati nell'ampio portone, l'indicazione ci è stata data da un ragazzo che si trovava nelle vicinanze.Infatti il ristorante non è proprio visibile, c'è l'insegna dell'albergo ma non abbiamo visto nessuna scritta Rua dei Notari.
Quindi l'ingresso è lo stesso per il ristorante e l'albergo ma appena entrati si nota sulla sinistra quello del ristorante.
Siam stati accolti da un responsabile molto cortese e professionale, che ci ha fatto accomodare dove volevamo, visto che essendo piuttosto presto, il locale era ancora vuoto.
Il ristorante è abbastanza elegante all'interno, con ampia illuminazione, e anche privacy, visto che i tavoli sono piuttosto distanti e sistemati in diverse logge.
Una volta accomodati, abbiam consultato il menù, e subito ci è balzato all'occhio il menù degustazione a 30 euro, che avrebbe risolto eventuali problematiche dovute alla scelta non facile di tutto quel ben di dio che abbiam letto.
Oltre al menù degustazione, abbiamo ordinato una bottiglia d'acqua naturale e un calice di vino bianco di una cantina della zona.
L'appetito si faceva sentire, leggere tutte quelle bontà lo aveva stimolato ancor di più, la curiosità lo elevava esponenzialmente.
Il responsabile arriva subito con un antipasto, un flan di  parmigiano con crema di zafferano, una vera squisitezza, morbidissimo, caldo e saporito.


Altro antipasto era il fritto misto, che comprendeva le famose olive ascolane, semolini, spiedini di carne e delle crocchette di formaggio.
La foto è eloquente, tutto buonissimo, con materie prime fresche, assolutamente sfizioso e piacevole questo antipasto, un vizio a cui non ci si può davvero sottrarre.
Finalmente ho potuto provare le vere olive ascolane.


Si arriva al primo, e credo di poterlo senza dubbio considerarlo il piatto forte della serata, essendo peraltro una assoluta novità per il sottoscritto.
Il piatto consisteva nei maccheroncini di Campofilone, cucinati con prosciutto, lime e pecorino.


Un piccolo capolavoro questo primo, un mix di sapori in bocca che hanno stimolato elegantemente le mie papille gustative, dandomi un profondo senso di piacere.
Nel corso della cena il responsabile passava spesso ad assicurarsi che andasse tutto bene, sempre con gentilezza e professionalità, ci tengo a ribadirlo.
Dopo esser stati deliziati dai maccheroncini, è arrivato il secondo, un arrosto con patate, notevole, carne tenerissima che quasi si scioglieva in bocca, patate tutte cotte allo stesso punto, anche qui voto alto per questo piatto che mi ha deliziato.


Anche se pieno, non potevo sicuramente mancare l'appuntamento con il dessert, un letimotiv, un breve passo musicale da gustare ad occhi chiusi.
Il dessert era la crema di limone con scagliette di cioccolato, foglia di menta e ribes, leggero, cremoso, è andato giù divinamente, a consacreazione di una bella serata ascolana.


Il gentile responsabile mi ha inoltre offerto un assaggio della famosissima anisetta Meletti, che non mi son sottratto dal provare ovviamente, essendo un apprezzatore dell'anice.
Molto buona, la riproverei sicuramente, magari corregendoci il caffè.
Il caffè ha chiuso l'esperienza alla Rua dei Notari.
Ultima ma non meno gradita sorpresa, il fatto che il conto totale sia stato di 60 euro, nonostante bottiglia d'acqua, vino, anisetta e caffè, un'ulteriore segnale di positività lasciato da questo ristorante, che non posso far a meno di promuovere e di consigliare  a coloro che si troveranno a visitare la bellissima Ascoli Piceno.
Un ringraziamento ancora al responsabile, che spero di rivedere presto, non è facile trovare personale così competente ed educato.

Contatti

Via Cesare Battisti, 3
63100 Ascoli Piceno
 Tel 0736.258393
Cell. 349.3404898
http://www.ruadeinotari.it
Pagina Facebook
Twitter

lunedì 16 settembre 2013

Chiudi Sacchetto, novità Nuova Idea






Quante volte è capitato di aprire un pacco di pasta, di crackers, di insalata, di biscotti o di quant'altro e di chiuderlo arrotolando solamente l'estremità?Oppure di utilizzare una molletta per stendere i panni?Oppure di pinzare le estremità?
La prima soluzione è la più immediata ma anche la più rischiosa dal punto di vista del contenuto del sacchetto o pacchetto, in quanto l'aria che entra all'interno va a intaccare le proprietà del prodotto, a causa dell'ossidazione e dell'aumento della carica microbica in essa contenuta.
Una "nuova idea" è arrivata per salvaguardare i nostri prodotti, e da chi poteva venire se non da una azienda che si chiama Nuova Idea?
L'idea si chiama Chiudi Sacchetto, un semplice stratagemma che consiste in una sorta di clip di plastica colorata  dalle estremità arrotondate  che è in grado di stringere il bordo arrotolato del sacchetto.



Un oggetto utilissimo in cucina che ci permetterà di conservare al meglio i prodotti aperti, come crackers, biscotti, buste d'insalata, pasta, patatine, mangiare per animali e tanto altro.

 
Il funzionamento è semplicissimo:occorre arrotolare il bordo superiore del sacchetto  il più possibile per impedire il passaggio dell'aria, dopodichè si infila il Chiudi Sacchetto da un'estremità e lo si fa scorrere sino al centro del bordo, in modo da chiudere saldamente la confezione.




L'intera gamma colorata  a mia disposizione

Oltre ad esser utile, è anche carino da vedere

Il Chiudi Sacchetto è distribuito in due formati, in confezioni da 10 pezzi, lucidi o trasparenti.
Per ora è in vendita in alcuni negozi di Torino, Bra, Cavour, Monforte D'Alba e Sanremo ma presto sarà possibile acquistarlo on line.
Cliccando questa pagina potrete acquistare comodamente online i Chiudi Sacchetto sfruttando le offerte presenti.
Spese_Spedzn_Gratis_39_P 

L'azienda è torinese, come me, quindi spero che questa "nuova idea" possa avere la giusta diffusione e considerazione che merita.
In bocca al Chiudi Sacchetto!

Contatti
  


venerdì 13 settembre 2013

Serenusa Village, Licata(Ag)





Nell'estate di tre anni fa ho avuto la possibilità di visitare finalmente una parte della Sicilia che mi incuriosiva da molto tempo,ricca di fascino,bellezze naturali ed artistiche,dove il sole regna incontrastato.
La zona in questione è quella della Valle dei templi e della Scala dei Turchi ma nel tour son riuscito ad includere anche la bellissima Caltagirone e Catania,col suo Etna a dominarla.
Siccome a me non piace il caos di agosto,ho preferito optare per una vacanza nella seconda settimana di settembre,sicuro di poter ancora contare su un meteo favorevole e su condizioni economiche decisamente vantaggiose.
Ed anche questa volta mi son affidato per la mia breve vacanza alla catena Bluserena,dato che possiede un villaggio turistico proprio a Licata,a non molti chilometri da Agrigento e a circa 120 chilometri da Catania.
Giungere a Licata non è proprio facile,occorre atterrare a Catania e da lì avvalersi di un mezzo per poter affrontare quella distanza decisamente proibitiva.Noi abbiamo optato per un'auto a noleggio prenotata prima di partire presso l'agenzia Europcar per tutta la settimana del soggiorno,cosi avremmo avuto la possibilità di poterci muovere a nostro piacimento dal villaggio senza esser vincolati a qualche buon'anima.Siccome abbiamo voluto far le cose con calma,siam atterrati a Catania con una giornata di anticipo rispetto l'inizio del soggiorno,ci siam concessi una tappa intermedia per poter visitare un pò il capoluogo etneo,prenotando anche un pernotto in un bed and breakfast.
Il centro di Catania è un dedalo di vie strette tutte a senso unico,molto trafficate,e parcheggiare la macchina diventa veramente un grosso problema.La città però mi ha colpito per le numerose chiese di pregevole fattura presenti un pò ovunque,molti palazzi del centro possedevano una architettura molto sfarzosa e appariscente che non si può fare a meno di non apprezzare.



Tralascio di raccontare la tristissima esperienza presso un rinomato ristorante locale che ci aveva consigliato il proprietario del bed and breakfast,che una volta appreso i contenuti della nostra esperienza,si è detto molto dispiaciuto per come fosse andata la cena.
Sarò io che sono troppo pretenzioso o la gente che non fa il proprio dovere e non si comporta in modo professionale?Sarà deformazione professionale?Ai posteri l'ardua sentenza.
La mattina dopo un lauto riposo ed una sana colazione al bar,siam partiti per Licata,cercando prima di tutto di fuggire dalla baraonda del traffico mattutino che ci ha avvolto molto piacevolmente,come se una forza sovrannaturale non volesse farci "fuggire" da Catania.
Ci aspettava un viaggio indietro nel tempo,un tuffo nel far west nostrano,panorami a me sconosciuti,fatti di colline desertiche e desolate,di case abbandonante e ridotte a scheletri calcarei,di bunker residuati della seconda guerra mondiale,di pochi alberi spelacchiati.
Una statale collega Catania a Licata,e per molti chilometri lo spettacolo che si presentava attraverso il finestrino era proprio questo,credeteci.
Un attraversamento fugace di Gela,che cosi a sensazione non mi ha particolarmente colpito,e il traguardo che si avvicina sempre di più,la voglia di mare che mi rende sempre più la pelle sudata e la bocca assetata,complice anche un gran caldo.
Si arriva finalmente,si parcheggia nello sterminato parcheggio antistante la struttura,si scaricano i bagagli e ci si trascina stancamente alla reception pullulante di turisti appena giunti e desiderosi di una bella vacanza.
Davanti alla struttura regnava il nulla,distese collinari dallo scenario quasi spettrale che contrastavano con la modernità e la sciccheria che offriva il villaggio turistico.
Il check in è stato molto lungo a causa della folla che le addette in reception si sono ritrovate ad affrontare,ogni membro della fila doveva rivolgere la sua solita frase da finto "ignorante" per poter esser sicuro di vivere al meglio ogni aspetto della propria vacanza.
Le addette erano carine,in ordine,decisamente professionali ed educate.
Noi abbiamo compilato il modulo,consegnato un documento,ritirato una doppia chiave magnetica della stanza(per la doppia chiave bisogna versare una cauzione di 5 euro),offerto il polso per la messa del classico braccialetto Bluserena e ci siam immediatamente diretti verso la nostra stanza.
Seguendo le numerose indicazioni sparse per il dedalo di vie del villaggio,abbiam trovato la nostra stanza,che faceva parte di un villino di un piano in cui erano presenti diversi alloggi.
Tutti i villini erano verniciati con colori vivi,facendo assumere al complesso le sembianze di un piccolo paesino vivo brulicante di abitanti.
In tutto il villaggio turistico conta 490 camere su due o tre piani,tutte dotate di aria
condizionata,telefono,televisione satellitare,frigobar,cassaforte.
La nostra stanza era ben arredata,il bagno era moderno e confortevole,dotato di phon elettrico e di una comoda doccia.La stanza inoltre disponeva di un ampio balcone che dava sul retro dell'ingresso,che dava la possibilità di stendere i panni
ad asciugare.
Dalle abitazioni si arriva tramite varie stradine in pietra in un piazzale,che è il passaggio obbligato dei turisti diretti verso i vari punti del villaggio turistico,in cui ci si incontra bevendo qualcosa di fresco seduti alle panchine o passeggiando in direzione del mare.Nel piazzale è presente un bar e dei negozietti,dove è possibile acquistare
souvenir,è disponibile anche un punto giallo,che è il luogo dove si possono noleggiare le attrezzature sportive quali racchette da tennis o ping pong o chiedere informazioni di vario tipo.
Alla sinistra del piazzale è allestita la piscina,dalla forma quasi sinusoidale,con acquascivoli annessi per i più piccoli,sui cui bordi sono sistemate numerose sdraio con ombrelloni.
Siccome il villaggio sorge su una piattaforma naturale 15 metri sopra il livello del mare,per accedervi è necessario usufruire di ampie scalinate in legno scuro che portano direttamente alla spiaggia.
Lo spettacolo che viene offerto la sera al tramonto lascia a bocca aperta,vedere quel sole così rosso specchiarsi su quella enorme distesa marina ti fa rilassare e gioire per la vita al tempo stesso.
La spiaggia non è grandissima,è lunga si e no una trentina di metri,la sabbia è molto fine e pulita,le file di ombrelloni non sono molte e sono sistemate in modo che non siano troppo vicini gli uni agli altri.
Il mare ha un colore verde scuro,diventa profondo abbastanza in fretta,e purtroppo sono presenti delle rocce sparse qua e là appena si mettono i piedi in acqua,e si corre seriamente il rischio di farsi male se non si fa attenzione.
L'acqua è molto fredda,è l'acqua del Mar Mediterraneo,un pò me l'aspettavo ma essendo un tipo abbastanza freddoloso patisco molto questo aspetto,quale occasione migliore per farsi delle belle nuotate?
In spiaggia è presente il solito bar coperto con tavolini e sedie ed è possibile noleggiare gratuitamente canoe singole e doppie,firmando una liberatoria,e pedalò.
Ho usufruito di entrambi i mezzi,divertendomi un mondo,trovando anche l'opposizione di un mare che ondeggiava spesso in modo deciso ma non fastidioso.
Ritornando al villaggio,alla destra del piazzale si accedeva alla zona fitness,essendoci una palestra ben attrezzata presidiata da un addetto abbastanza valido e simpatico,che tutti i giorni faceva lezioni varie,tra cui spinning e ginnastica.
Ogni mattina mi dilettavo a far pesi e a seguire una lezione di spinning che però era decisamente scarna,essendo l'animatore non molto preparato in materia,ero tentato di farla io la lezione ma poi non ho voluto fare lo sborone e ho mantenuto la mia posizione di "turista".
Di fianco la palestra erano disponibili due tavoli da ping pong,molto utilizzati dal sottoscritto e dal mio amico per sfide all'ultimo sangue,anzi all'ultima goccia di sudore viste le temperature africane che dovevamo sopportare ogni giorno.
Dietro la palestra si accedeva alla piscina per nuotatori,piccola ma sufficiente a soddisfare le esigenze di chi si sente più anfibio di altri.
Dietro la piscina era presente l'anfiteatro in cui ogni sera si svolgevano gli spettacoli allestiti dalla ciurma degli animatori che richiamavano sempre molti spettatori incuriositi in cerca di divertimento.
Gli spettacoli erano decisamente divertenti,molto canori ed imitatori e come sempre vedevano coinvolti anche i clienti del villaggio scelti in modo casuale dal pubblico.
Le strutture sportive erano sistemate nella parte opposta del villaggio e consistevano di 4 campi di tennis/calcetto in erba sintetica,in un campo polivalente(basket,pallavolo)in tar tan,di un paglione per il tiro con l'arco.
Era allestita una struttura ricettiva presidiata da due simpatici animatori che si occupavano uno di dare lezioni di tennis e l'altro di seguire i novizi arcieri nell'avvicinamento alla disciplina del tiro con l'arco.
Era possibile noleggiare gratuitamente racchette e palline,cosa che ho fatto giornalmente,e ho anche sfidato il "maestro" di tennis,battendolo sonoramente.
Ho notato però che le racchette erano parecchio logore,coi grip molto consumati che rendevano quindi estremente difficoltosa la presa della racchetta stessa e quindi il giocare in modo decente.
Ho partecipato al torneo di tennis,ma sono stato subito inopinatamente eliminato per mancanza di concentrazione e per la stanchezza che accumulavo giorno dopo giorno per i carichi di lavoro che esercitavo sul mio fisico.
Sicuramente i carichi di lavoro erano anche causati dalla ricca alimentazione che il villaggio offre al cliente,un menù sempre vario e ben congeniato,che soddisfa i palati più vari e sopraffini.
I buffet erano sempre ricchi di insalate,verdure condite in vari modi,affettati freschi,focacce,formaggi vari,antipastini di pesce,patate cucinate in vari modi,insomma uno spettacolo per gli occhi da far venire l'acquolina in bocca.
Per i primi ed i secondi si accedeva ai banconi presidiati dagli addetti,molto gentili,che offrivano sempre tre-quattro tipologie di primo e di secondo.
L'assenza di ressa per poter esser serviti è stata una condizione decisamente favorevole riscontrata per tutta la durata del soggiorno.
I primi ed i secondi hanno ampiamente soddisfatto le mie esigenze di palato fine e di varietà nell'assimilazione di alimenti di tipo diverso,potendo scegliere con accuratezza sia la componente proteica che quella dei carboidrati.
Ricchissima come in ogni villaggio da me visitato la zona dedicata ai dessert,sempre di pasticceria,con torte,mousse,crostate sempre fresche e appetitose.
Spesso venivano offerti anche gelati di vari gusti.
Molto ricco anche il tavolo dedicato alla frutta,con cesti sempre ricolmi di prodotti freschi e genuini.
I giorni proseguivano inesorabili,la struttura permette sia di rilassarsi che di tenersi sempre impegnati in attività diverse,venivano giornalmente organizzati tornei vari ed erano disponibili i tour per i clienti che desiderassero visitare le bellezze che quella zona della Sicilia offre.
Per l'appunto,essere vicino alla Valle dei Templi e non visitarla sarebbe stato da stupidi e quindi l'ultimo giorno del soggiorno l'abbiamo dedicato alla visita di questo mistico posto,che racchiude tanta storia e tanti elementi per soddisfare la mia continua curiosità riguardante una materia che mi ha sempre affascinato.
Ma il nostro mini tour non è partito dalla valle dei templi ma dalla Scala dei Turchi a Realmonte,che sinceramente io non conoscevo e che ci era stata segnalata da un nostro amico siculo il giorno prima.
Lo spettacolo offerto è sbalorditivo,un piccolo tratto di costa che si getta a strampiombo sul mare costituito da roccia bianca friabile che forma dei gradoni come fosse una enorme scalinata.
Starà a voi giudicare dalla foto questo spettacolo della natura,non molto reclamizzato peraltro.













Dopo aver visitato questa bellezza naturalistica,ci siamo spostati verso la vicina Agrigento per dedicarci ad un tuffo deciso nella storia.
C'erano molti visitatori quel giorno,il caldo imperversava,ma ammetto di esser rimasto folgorato dalla maestosità dei resti dei vari templi,dalla loro bellezza nonostante i millenni che le avevano irrimediabilmente condannante ad una immeritata sfigurazione.
L'immaginazione in quei momenti lavora,cerchi di elucubrare momenti di vita di quel popolo,le normali azioni che la gente svolgeva quotidianamente,i loro costumi.









Io adoro molto immaginare e quella visita ha costituito terreno fertile per poter vivere momenti d inspiegabile trascinamento spirituale.
Stanchi dal caldo e dai chilometri percorsi,visto che il luogo su cui son sparsi i resti è veramente esteso,siam tornati al villaggio per cominciare a prepararci per il nostro ritorno nel continente.
La mia bocca era pastosa di emozioni,la mia mente satura di immagini e pensieri,ebbra di momenti di vita che vivere mi ha reso più consapevole dell'importanza di goderci il più possibile ogni momento a nostra disposizione.
Ancora una sorpresa ci attendeva,ancora.
Siccome il volo del rientro era programmato nel pomeriggio,e dovendo abbandonare la stanza entro le 10,ci era stato consigliato di visitare Caltagirone,che conoscevo come centro ma di cui non avevo mai sentito parlare,sia nel bene che nel male.
Espletate le varie formalità,riconsegnate le tessere magnetiche,ritirata la cauzione,abbiamo salutato a malincuore il villaggio,che tante emozioni ci ha donato e siam ripartiti alla volta di Catania.
Ci aspettava di nuovo il far west,che questa volta aveva un aspetto meno "assetato" per via della pioggia avvenuta nel corso della notte.
Arrivati a Caltagirone,ci siam trovati di fronte ad una cittadina dove il tempo si è fermato,ricca di chiese e di palazzi del settecento,dichiarata peraltro patrimonio dell'umanità e famosa a livello mondiale per la produzione della ceramica.
Abbiamo percorso la scala di Santa Maria del Monte,una lunghissima scalinata di cui ogni gradino è composto da una ceramica diversa da quella del gradino precedente e suggestivo,che porta in cima fino alla chiesa da cui porta il nome.







Ai lati della scalinata sono presenti numerose botteghe che vendono souvenir "vetrosi" lavorati in tutti i modi possibili ed immaginibili.
Un piccolo souvenir me lo sono portato a casa da regalare a mia madre come ricordo del mio "passaggio" in questa bellissima città
La vista dalla sommità della scala è qualcosa che lascia a bocca aperta,si vede tutto l'agglomerato di case e la vallata retrostante con giochi di luci ed ombre,un panorama che sembra estratto direttamente da un dipinto.
Il tempo era tiranno e purtroppo siam dovuti risalire in macchina alla volta dell'aeroporto di Catania.
Difficilmente ho abbandonato un luogo con la mente e il cuore cosi carico di passione e ricordi,di emozioni indescrivibili,porto la Sicilia nel cuore con la speranza di poterci tornare quanto prima possibile.
Dimenticavo,l'opinione riguarda il villaggio turistico,e sono doverose le considerazioni finali affinchè voi possiate farvi una idea più completa possibile.
L'unico aspetto davvero negativo è stata l'assenza di segnale wireless per tutta la durata del soggiorno.
Noi avevamo a disposizione il nostro portatile,ma per tutti e sette i giorni non è stato possibile collegarsi una sola volta in rete tramite la chiavetta.
Peraltro anche il segnale GMS ed UMTS non era sempre pieno e sicuro.
Per il resto promosso a voti pienissimi anche questo villaggio turistico della Bluserena,di cui ormai sono un cliente ampiamente soddisfatto.Opinione presente su altri siti.


Contatti

http://www.bluserena.it/it/serenusa-village/villaggio-turistico-sicilia